18 gen 2018

Stiamo cercando un ingegnere gestionale o meccanico con conoscenze in tematiche Qualità, Lean Manufacturing, Organizzazione Aziendale, …

Se conosci le tematiche trattate nei nostri servizi e vuoi lavorare come consulente, invia il tuo curriculum a info@m-soluzioni.it

Valuteremo sia candidature a scopo assunzione, sia collaborazioni con professionisti.

È gradita esperienza e la conoscenza della lingua inglese.

16 ott 2017

1375142256389

Entro il 2018 per le aziende certificate ISO 9001 sarà obbligatorio il passaggio alla certificazione ISO 9001:2015.

Studio M sta aiutando alcune aziende clienti ad aggiornare il loro Sistema di Gestione per ottenere la certificazione ISO 9001:2015.

Ci proponiamo di affiancare anche altre aziende nell’adeguamento del proprio Sistema di Gestione Qualità e di supportarle nell’ottenimento della certificazione.

Contattaci!

25 gen 2016

Con delibera della Giunta regionale n. 37/16 del 19/01/2016, la Regione Veneto mette a disposizione 5 milioni di euro al fine di sostenere interventi per per favorire l’innovazione, gli scambi di competenze e la creazione di reti di impresa. 

Si vuole supportare le reti di imprese venete che investono nella formazione ed intraprendono percorsi di innovazione, di acquisizione di competenze trasversali o che vogliano valutare nuove opportunità di fare impresa.

Destinatari:

I percorsi formativi sono rivolti sia al personale dipendente che ai titolari d’impresa, liberi professionisti e lavoratori autonomi.

Contributo:

I contributi per la formazione coprono fino al 100% dell’intero importo dei progetti presentati.

I progetti dovranno coinvolgere più soggetti, avere un valore compreso tra € 70.000 e  € 300.000 ed essere di due tipologie: settoriale o di profilo.

Dotazione finanziaria:  € 5.000.000,00

Tipologie di progetto:

  1. Settoriale: Progetti che si riferiscono ad un solo settore.
  2. Plurisettoriale – Sviluppo dei territori: Progetti che, riferendosi a più settori, si pongono l’obiettivo di creare e/o rafforzare la cooperazione tra i vari attori che operano nello stesso territorio con competenze diverse con l’intento di apportare sviluppo e innovazione al sistema economico veneto.
  3. Di profilo: Progetti finalizzati a sostenere l’acquisizione di competenze trasversali e rivolti ad uno o più specifici profili professionali (medio-alto) purché tra loro coerenti.

Tipologie di attività ammesse:

  • Percorsi di accompagnamento all’impresa per lo sviluppo dei processi formativi anche mediante l’utilizzo di FAD;
  • Attività di coaching per il ricambio generazionale;
  • Borse di Studio per la partecipazione a corsi di specializzazione;
  • Incentivi per il ricorso al “Temporary Management”;
  • Action Research, consulenza specialistica per la realizzazione di piani di sviluppo.

Scadenze:

Le domande di ammissione al finanziamento e relativi allegati dovranno essere inviate esclusivamente tramite PEC alla Giunta Regionale del Veneto – Sezione Formazione entro e non oltre entro le ore 13.00 di ciascun giorno di scadenza dell’apertura a sportello così stabilita:

  • Sportello 1 – Periodo di apertura: 1 febbraio 2016 – 31 marzo 2016
  • Sportello 2 – Periodo di apertura: 1 aprile 2016 – 31 maggio 2016
  • Sportello 3 – Periodo di apertura: 1 giugno 2016 – 31 luglio 2016

Studio M offre alle aziende anche il supporto nell’elaborare i documenti progettuali e nella predisposizione delle domande.

E’ possibile consultare il bando sul sito della Regione Veneto cliccando il link.

25 gen 2016

La Regione Veneto con il Dgr 38/16 del 19/01/2016 mette a disposizione 5 milioni di euro al fine di supportare le imprese e i lavoratori in percorsi di innovazione e qualità delle competenze attraverso interventi formativi e l’inserimento di capitale umano qualificato.

Destinatari:

I percorsi formativi sono rivolti sia al personale dipendente che ai titolari d’impresa, liberi professionisti e lavoratori autonomi.

Contributo:

I contributi per la formazione coprono fino al 100% dell’intero importo dei progetti presentati.

I progetti dovranno avere un valore compreso tra € 30.000 e  € 70.000.

Dotazione finanziaria:  € 5.000.000,00

Tipologie di progetto:

Le proposte progettuali devono prevedere interventi formativi e/o di accompagnamento, immediatamente cantierabili, coerenti con i bisogni individuati dalle aziende all’interno di ambiti tematici ritenuti fondamentali per rilanciare la competitività e l’innovazione delle imprese e dei lavoratori. Ciascun progetto deve prevedere la scelta di un unico ambito tematico scelto tra i seguenti:

  • innovazione di prodotto;
  • innovazione di processo;
  • lean;
  • green e blue economy;
  • strategie di marketing;
  • nuovi strumenti e media per la promozione e la vendita;
  • nuovi mercati e internazionalizzazione.

Tipologie di attività ammesse:

  • attività formative
  • attività di accompagnamento

Scadenze:

Le domande di ammissione al finanziamento e relativi allegati dovranno essere inviate esclusivamente tramite PEC alla Giunta Regionale del Veneto – Sezione Formazione entro e non oltre entro le ore 13.00 di ciascun giorno di scadenza dell’apertura a sportello così stabilita:

  1. Sportello 1 – Periodo di apertura: 1 febbraio 2016 – 31 marzo 2016
  2. Sportello 2 – Periodo di apertura: 1 aprile 2016 – 31 maggio 2016
  3. Sportello 3 – Periodo di apertura: 1 giugno 2016 – 31 luglio 2016

Studio M offre alle aziende anche il supporto nell’elaborare i documenti progettuali e nella predisposizione delle domande.

E’ possibile consultare il bando sul sito della Regione Veneta cliccando il link.

22 set 2015

Il Comune di Susegana organizza un incontro informativo rivolto alle aziende dal titolo “La tua azienda esprime tutto il suo VALORE? – 3 leve a servizio della competitività d’impresa”

Il Comune vuole fornire alle aziende del territorio la possibilità di ricevere le informazioni per individuare gli strumenti più idonei a far crescere il valore della propria impresa.

L’incontro si terrà giovedì 8 ottobre 2015 alle ore 20.30 presso la Sala Consiliare del Comune.

Interverranno alcuni professionisti che operano in diversi ambiti aziendali , portando il proprio contributo e mettendo a disposizione le proprie competenze.

Anche Studio M è stato invitato ad intervenire portando la propria esperienza.

Locandina_Susegana

15 set 2015

La Camera di Commercio di Treviso ha recentemente pubblicato il nuovo BANDO INNOVAZIONE 2015 per favorire l’innovazione e la digitalizzazione delle PMI trevigiane, col quale ha messo a disposizione  1.000.000 € a fondo perduto.

Il bando prevede due linee di intervento con dotazione finanziaria di € 500.000,00 ciascuno.

Linea 1 - SVILUPPO DI PROGETTI, PRODOTTI, SERVIZI, PROCESSI E MODELLI ORGANIZZATIVI INNOVATIVI

La misura intende favorire l’innovazione attraverso:

  • sviluppo di progetti, prodotti e servizi, nuovi o già esistenti, con caratteristiche di elevata innovatività e maggior valore aggiunto;
  • implementazione di processi produttivi con connotazioni innovative rispetto a quelle esistenti;
  • introduzione di nuovi modelli organizzativi, di gestione e di controllo dei processi aziendali o interaziendali.

Linea 2 - TECNOLOGIE E SERVIZI DIGITALI INNOVATIVI

La misura intende favorire lo sviluppo o l’adozione di tecnologie innovative e di servizi digitali avanzati come:

  • Gestione della catena di fornitura con soluzioni ICT based;
  • eCommerce, mobile Commerce, e social Commerce;
  • Manifatturiero avanzato e Digital manufactoring;
  • Digitale per la tracciabilità dei prodotti e la logistica intelligente;
  • Business Intelligence e Big Data;
  • Gestione elettronica documentale.

I fondi saranno assegnati in ordine di presentazione della domande, che potranno essere inviate a partire dal 12 ottobre 2015 fino al 23 ottobre 2015.

È possibile consultare il Bando completo e scaricare la modulistica alla pagina http://www.tv.camcom.gov.it/CCIAA_bandi.asp?cod=1057

Per maggiori informazioni contatta Studio M.

29 mag 2015

FSE

Con delibera della Giunta regionale n. 784/15 del 14/05/2015, la Regione Veneto mette a disposizione 5 milioni di euro al fine di sostenere interventi per per favorire l’innovazione, gli scambi di competenze e la creazione di reti di impresa.
Si vuole supportare le reti di imprese venete che investono nella formazione ed intraprendono percorsi di innovazione, di acquisizione di competenze trasversali o che vogliano valutare nuove opportunità di fare impresa.

Destinatari:

I percorsi formativi sono rivolti sia al personale dipendente che ai titolari d’impresa, liberi professionisti e lavoratori autonomi.

Contributo:

I contributi per la formazione coprono il 100% dell’intero importo dei progetti presentati.

I progetti dovranno coinvolgere più soggetti, avere un valore compreso tra € 70.000 e  € 300.000 ed essere di due tipologie: settoriale o di profilo.

Dotazione finanziaria:  € 5.000.000,00

Tipologie di progetto:

  1. Settoriale: Progetti che si riferiscono ad uno o più settori
  2. Di profilo: Progetti finalizzati a sostenere l’acquisizione di competenze trasversali e rivolti ad uno o più specifici profili professionali (medio-alto) purché tra loro coerenti.

Tipologie di attività ammesse:

  • Percorsi di accompagnamento all’impresa per lo sviluppo dei processi formativi anche mediante l’utilizzo di FAD;
  • Attività di coaching per il ricambio generazionale;
  • Borse di Studio per la partecipazione a corsi di specializzazione;
  • Incentivi per il ricorso al “Temporary Management”;
  • Action Research, consulenza specialistica per la realizzazione di piani di sviluppo.

Scadenze:

Le domande di ammissione al finanziamento e relativi allegati dovranno essere inviate esclusivamente tramite PEC alla Giunta Regionale del Veneto – Sezione Formazione entro e non oltre entro le ore 13.00 di ciascun giorno di scadenza dell’apertura a sportello così stabilita:

  • Sportello 1 – Periodo di apertura: 1 – 30 giugno 2015
  • Sportello 2 – Periodo di apertura: 1- 31 luglio 2015.
29 mag 2015

FSE

La Regione Veneto con il Dgr 785 del 14/05/2015 mette a disposizione 5 milioni di euro al fine di supportare le imprese e i lavoratori in percorsi di innovazione e qualità delle competenze attraverso interventi formativi e l’inserimento di capitale umano qualificato.

Destinatari:

I percorsi formativi sono rivolti sia al personale dipendente che ai titolari d’impresa, liberi professionisti e lavoratori autonomi.

Contributo:

I contributi per la formazione coprono il 100% dell’intero importo dei progetti presentati.

I progetti dovranno avere un valore compreso tra € 10.000 e  € 70.000.

Dotazione finanziaria:  € 5.000.000,00

Tipologie di progetto:

Le proposte progettuali devono prevedere interventi formativi e/o di accompagnamento, immediatamente cantierabili, coerenti con i bisogni individuati dalle aziende all’interno di ambiti tematici ritenuti fondamentali per rilanciare la competitività e l’innovazione delle imprese e dei lavoratori. Ciascun progetto deve prevedere la scelta di un unico ambito tematico scelto tra i seguenti:

  • innovazione di prodotto;
  • innovazione di processo;
  • lean;
  • green e blue economy;
  • strategie di marketing;
  • nuovi strumenti e media per la promozione e la vendita;
  • nuovi mercati e internazionalizzazione.

Possono essere realizzate le seguenti tipologie di progetto:

  • progetti monoaziendali, relativi al fabbisogno di una sola impresa;
  • progetti pluriaziendali, relativi al fabbisogno di più imprese che condividono un percorso comune ai fini del raggiungimento degli obiettivi progettuali.

Tipologie di attività ammesse:

  • attività formative
  • attività di accompagnamento

Scadenze:

Le domande di ammissione al finanziamento e relativi allegati dovranno essere inviate esclusivamente tramite PEC alla Giunta Regionale del Veneto – Sezione Formazione entro e non oltre entro le ore 13.00 di ciascun giorno di scadenza dell’apertura a sportello così stabilita:

  1. Sportello 1 – Periodo di apertura: 1-15 giugno 2015
  2. Sportello 2 – Periodo di apertura: 15-30 giugno 2015
  3. Sportello 3 – Periodo di apertura: 30 giugno-15 luglio 2015
17 feb 2015

Man jump

Studio M e X Connection organizzano l’evento “Lean PublishingOrganizzazione snella del publishing aziendale”, seminario introduttivo per aprire una finestra sulla nuova organizzazione del publishing aziendale con idee e soluzioni innovative.

L’evento è gratuito e rivolto alle aziende che necessitano di capire come affrontare la gestione dei cataloghi prodotto aggiornati attraverso un approccio organizzativo in grado di ottimizzare le risorse, far interagire le competenze necessarie senza sprechi, di collegare le informazioni in modo funzionale (database aziendali e grafica cataloghi; competenze tecniche e necessità grafiche; interazioni tra aree aziendali funzionali alla gestione della vendita/postvendita).

Il seminario si svolgerà venerdì 13 marzo 2015, dalle ore 14 alle ore 17, a San Vendemiano (TV) presso la sede di Studio M e X Connection.

Per ulteriori informazioni e iscrizioni cliccare qui.

12 feb 2015

Studio M offre assistenza alle aziende che vogliano fare richiesta dei voucher per la digitalizzazione previsti dal decreto attuativo del 24/9/2014 (GU n. 269 del 19/11/2014).

Tale decreto prevede per le PMI l’accesso ad un contributo in forma di voucher per un valore non superiore ai 10000 € per l’acquisto di software, hardware o servizi che consentano:
- Il miglioramento dell’efficienza aziendale;
- La modernizzazione dell’organizzazione del lavoro;
- Lo sviluppo di soluzioni di e-commerce;
- La connettività a banda larga e ultralarga;
- Il collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare, attraverso l’acquisto e l’attivazione di decoder e parabole laddove le condizioni geomorfologiche o gli interventi infrastrutturali risultino scarsamente ed economicamente sostenibili;
- La formazione qualificata, nel campo ICT, del personale delle suddette piccole medie imprese.

Sono ammesse al contributo le PMI sull’intero territorio nazionale con l’esclusione dei seguenti settori di attività: pesca e acquacoltura (Reg. CE 104/2000); produzione primaria dei prodotti agricoli; attività connesse all’esportazione verso paesi terzi o Stati membri.

I servizi e le soluzioni informatiche devono essere acquistate solo successivamente all’assegnazione dei voucher. I voucher sono concessi nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili. Secondo quanto stabilito dall’art. 6 comma 2 della Legge 9/2014 è stabilito l’ammontare complessivo dell’intervento nella misura massima di 100 milioni di euro.

Le domande di ammissione devono essere presentate attraverso il sito del Ministero per lo Sviluppo Economico secondo modalità definite dal decreto direttoriale di cui si è ancora in attesa.